Giorgia Abeltino twitter: @Giorgia76
Senior Policy Counsel, Google. Giorgia Abeltino è responsabile delle Relazioni Istituzionali e degli Affari Regolamentari di Google in Italia. Nata e cresciuta a Napoli, dove si è laureata in giurisprudenza presso l’Università “Federico II”, ha quindi conseguito un LLM in “European Studies” al “College of Europe” di Bruges (Belgio). Dopo aver lavorato a Bruxelles, dapprima per tre anni nello studio legale “Bonelli Erede Pappalardo” focalizzandosi sulle tematiche antitrust e quindi alla Commissione Europea, Direzione Generale Concorrenza, si è occupata per quattro anni delle tematiche regolamentari per Sky Italia, a Roma, ed infine di tematiche regolamentari e rapporti istituzionali per NewsCorp a New York.
  ◊

  Marco Alfieri @AlfieriMarco

Marco Alfieri, 39 anni, varesino, sposato con Silvia e papà di Fiamma e Tito, già inviato de La Stampa dopo aver lavorato a La Prealpina, Il Riformista e Il Sole 24 Ore. È arrivato a Linkiesta per dirigere Link Book, la nascitura casa editrice di approfondimento giornalistico in formato digitale. Si occupa di politica e di economia, con un occhio particolare al nord Italia e alle sue trasformazioni. È autore di tre libri (Nord Terra Ostile. Perché la sinistra non vince, Marsilio 2008), (La Peste di Milano, Feltrinelli 2009) e (Angeli, demoni e soldi pubblici. Ascesa e declino di Don Verzè, Feltrinelli 2012), adora il basket e i Boston Celtics, i goal di Pippo Inzaghi e le cene con gli amici.

  ◊

 Mikaela Bandini twitter: @cantforgetitaly

Più di 20 anni fa si è trasferita al Nord in cerca di nuove opportunità. Il suo Nord si chiama Basilicata. Nata e cresciuta a Città del Capo – Sud Africa, vive a Matera dove gestisce Viaggi di Architettura, tour operator virtuale per addetti ai lavori e appassionati, cura la guida-blog Urban Italy con idee antidemocratiche di un’Italia fuori dai luoghi comuni, interamente in inglese. Ed è da qui che ha aperto una casa cinematografica, la Can’t Forget Italy, per sviluppare progetti di storytelling visivo mettendo insieme gruppi di giovani stranieri provenienti da tutto il mondo per raccontare l’Italia attraverso il web format del Digital Diary of Italy. Alla fine del 2013 vedrà i suoi sogni virtuali diventare reali. Ha aperto il cantiere di uno spazio di 500 mq, un borgo dei Sassi di Matera, che si trasformerà in un hub tecnologico offrendo servizi, strumenti e spazi per il co-working a nativi digitali e creativi innati come lei.
  ◊
 Peter Barron twitter: @peterbarron1
Director of External Relations di Google per Europa, Medio Oriente e Africa dal gennaio 2011, azienda dove è arrivato nel 2008. In precedenza ha diretto il Newsnight di BBC2 dal 2004-2008, lavorando nel settore per circa vent’anni. È stato inoltre vicedirettore del notiziario di Channel 4 e di Tonight with Trevor McDonald, e ha ideato e lavorato alla realizzazione della serie di documentari BBC.
  ◊
 Francesco Bottigliero twitter: @e_PITTI
Amministratore Delegato di FieraDigitale, società fondata e controllata assieme a Pitti Immagine, che ha creato e lanciato e-Pitti.com. Dal 2012 è Chief Digital Officer alla Brunello Cucinelli S.p.a. Francesco Bottigliero è entrato nel settore della moda dopo una decade passata nell’arena digitale, fondando e guidando alcune tra le più importanti interactive agency. Ha lavorato a Milano, Parigi, Barcellona e Boston, definendo le strategie e realizzando i progetti digitali per diverse aziende della Fortune Global 500. Si definisce un “imprenditore seriale, appassionato di Internet e dei media digitali, amante della chitarra, del piano, delle immersioni… e soprattutto dei suoi due figli”.
  
 Emma Bonino twitter: @emmabonino
(Bra, 9 marzo 1948) è una politica e accademica italiana, attuale ministro degli Affari Esteri della Repubblica Italiana nel governo Letta. È una delle figure più influenti del radicalismo liberale italiano dell’età repubblicana. Dopo essere stata eletta negli anni settanta e anni ’80 per varie legislature deputata alla Camera ed al Parlamento europeo, ricopre la carica di commissario europeo dal 1995 al 1999, per poi nel 2006 diventare ministro per il commercio internazionale e per le politiche europee nel Governo Prodi II, e successivamente vicepresidente del Senato della Repubblica dal 6 maggio 2008 al 15 marzo 2013. Oltre ad aver ricoperto importanti cariche nel Partito Radicale, è stata membro del comitato esecutivo dell’International Crisis Group, ideatrice e promotrice della Corte Penale Internazionale, professoressa emerita all’Università Americana del Cairo, delegata per l’Italia all’Onu per la moratoria sulla pena di morte, nonché fondatrice dell’organizzazione internazionale Non C’è Pace Senza Giustizia per l’abolizione delle mutilazioni genitali femminili.
  ◊ 
 Andrea Calistri
Fiorentino, 59 anni, attualmente Presidente di CNA Firenze, è amministratore della Sapaf Srl, l’azienda di famiglia specializzata nella produzione di borse e piccola pelletteria di lusso completamente Made in Italy. Presidente di Cento per Cento Italiano, il Consorzio per la tutela della fabbricazione “italiana” di pelletteria, calzature, abbigliamento, che ha fondato nel 1997.
Fino al 2006 Presidente di Finartfidi Scrl, il Consorzio fidi per il credito alle imprese artigiane di Firenze, e Vice-Presidente di Artigiancredito Toscano, Calistri in passato ha rivestito anche l’incarico di Presidente dell’Alta Scuola di Pelletteria Italiana ed è stato membro del CdA del Centro Moda di Firenze e dell’Ent.Art.Polimoda di Firenze.
  ◊ 
 Nicholas Caporusso twitter: @QIRISorg
Nato a Bari nel 1981. Nel 2004 si laurea a Bari in Informatica con tesi su “Un sistema per la comunicazione e l’interazione per persone sordocieche” (110 e lode e plauso della commissione). In seguito ha sviluppato ricerche nell`ambito delle tecnologie assistive in collaborazione con il laboratorio di Neurofisiopatologia dell’I.R.C.C.S. Fondazione Santa Lucia di Roma e con il laboratiorio IVULab del Dipartimento di Informatica di Bari. Nel 2008 ha vinto il concorso di Dottorato in Computer Science and Engineering (IMT – Institute of Advanced Studies, Lucca). Nel 2009 ha lavorato a Singapore, presso l`Agency for Science Technology And Research (A*STAR), dove ha svolto ricerche sulle Interfacce Cervello-Computer. Attualmente collabora con il Politecnico di Milano sulla realizzazione di tecnologie pervasive per persone in condizioni di svantaggio sociale. Attualmente è il Presidente di Quiris, associazione non-profit che si occupa di ricerca scientifica indipendente di particolare interesse sociale.
  ◊ 
 Maria Chiara Carrozza twitter: @MC_Carro
(Pisa, 16 settembre 1965) è una scienziata e politica italiana del Partito Democratico. Professore universitario di bioingegneria industriale, è stato anche rettore della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Dal 28 aprile 2013 è ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel governo Letta.
  ◊ 
 Saturnino Celani twitter: @Saturnino69
Meglio conosciuto come Saturnino (Ascoli Piceno, 26 ottobre 1969), è un bassista, compositore e produttore discografico italiano. Nel 1985 entra nel gruppo hardcore punk Dictatrista. Dal 1991 è il bassista per Jovanotti, con cui ha scritto alcuni brani dell’artista: Coraggio, Bruto (dall’album Buon sangue), Penso positivo, L’ombelico del mondo e Baciami ancora, colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino vincitrice del David di Donatello come miglior canzone originale. Nel 1995 esordisce come solista con l’album Testa di Basso, nel quale suona, oltre al basso, chitarra e batteria. Nel 1999 ha collaborato alla realizzazione del brano Il mio nome è mai più, con Piero Pelù, Ligabue e Jovanotti. Ha collaborato anche con Mietta, Gigi Cifarelli, Franco Battiato, Michal “Patches” Stewart, Pino Daniele, Luca Carboni, 883, Max Pezzali, Zero Assoluto, Pippo Pollina. Nel 2010 collabora con il gruppo rock Bud Spencer Blues Explosion e con il cantante e dj Alessio Bertallot alla registrazione in studio a Milano della cover degli LCD Sound System “Daft Punk Is playing at my house”.
  ◊ 
 Giampaolo Colletti twitter: @gpcolletti
Giornalista e imprenditore, si occupa di media digitali e di comunità sul web. Nel 2004 ha fondato www.altratv.tv, osservatorio inter-universitario sulle micro web tv italiane. Ho scritto per Rai 3 e per Radio24 e attualmente per Nòva24. Nel 2010 per Gruppo24Ore ha scritto Tv fai-da-web con la prefazione di Luca de Biase e l’introduzione di Carlo Freccero. Sempre per Gruppo24Ore è in libreria con Wworkers: i nuovi lavoratori della rete.wwworkers.it. Ha un blog su Il Fatto quotidiano e ha condatto la trasmissione per Raiweb tv Penelope.
  ◊ 
 Luca De Biase twitter: @lucadebiase
(Verona, 1º settembre 1956) è un giornalista e scrittore italiano, attualmente responsabile di “Nòva24” Laureato in Economia all’Università Bocconi di Milano, si è formato come storico all’École des hautes études en sciences sociales di Parigi. Ha tenuto seminari di ricerca in Storia Economica e Sociale alla Bocconi. Ha collaborato per molti anni con l’OCSE di Parigi nell’ambito delle ricerche sulle politiche di sviluppo territoriale. Ha tenuto corsi di giornalismo e nuovi media all’Università di Padova e allo Iulm di Milano. Ha dato lezioni su democrazia e media sociali a Sciences Po, Parigi, nel Master of Public Affairs. Come giornalista si occupa di innovazione tecnologica e prospettive sociali ed economiche dei nuovi media ed ha scritto per diversi giornali: ItaliaOggi, Mondo Economico, Fortune Italia, Espansione, Panorama, The Industry Standard, Problemi dell’Informazione, Corriere della Sera, l’Espresso, La Stampa e Il Sole 24 Ore. È presidente della Fondazione <ahref che lavora a numerosi progetti di media civici. Insegna presso Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM.
  ◊
 Andrea Di Benedetto twitter: @addibbi
Imprenditore di prima generazione: 3logic MK (azienda che si occupa di immagini digitali e realtà aumentata fondata a Pisa 10 anni fa con due amici incontrati all’università), Tunia (azienda vitivinicola a Civitella in Val di Chiana, con la sorella enologa ed un’amica che si occupa del marketing) e SpazioDati (start-up tecnologica che si occupa di data-marketplaces semantici con sede a Trento). Dal 2009 presidente dei giovani imprenditori di CNA (confederazione che conta 350.000 artigiani e 25.000 piccole e medie imprese) e dal 2011 di LinkedOpenData Italia (associazione che promuove l’importanza dell’accessibilità dei dati e dell’interoperabilità dei formati, sia come strumento di trasparenza che di sviluppo economico). Socio fondatore di Wikitalia e vicepresidente del Polo Tecnologico di Navacchio.
  ◊
 Claudio Gagliardi twitter: @unioncamere
Segretario Generale di Unioncamere dal 21 ottobre 2009, ha ricoperto – a partire dal 1988 – numerosi incarichi professionali all’interno dell’Ente.Dal 1996 è Direttore del Centro Studi e del Sistema informativo Excelsior per l’occupazione e la formazione. Dal 1999 è responsabile per Unioncamere del rapporto annuale Mediobanca-Unioncamere sulle medie imprese industriali. Dal 2001 al 2009 in qualità di Vice Segretario Generale è stato responsabile dell’area Ricerca, Innovazione e Formazione di Unioncamere.
  ◊
 Paolo Iammatteo twitter: @PaoloIammatteo
Dopo la laurea in Lettere, ottenuta all’Università degli Studi di Bologna nel 1996, ha frequentato il Master in management dei sistemi e della comunicazione multimediale presso la Luiss Management e il corso di alta specializzazione in Relazioni pubbliche europee presso Ateneo Impresa. Nel 1999 ha iniziato a lavorare nelle Relazioni esterne e istituzionali del gruppo Montedison e l’anno successivo è entrato in Edison per occuparsi di Relazioni istituzionali e comunitarie. Nel 2001 è passato alle Relazioni esterne e istituzionali della società di telecomunicazioni Ipse 2000 e il maggio successivo entra in Enel all’interno della Direzione affari istituzionali e internazionali. Dopo aver ricoperto l’incarico di Assistente del direttore della comunicazione, nel 2004 diventa Responsabile delle sponsorizzazioni, degli eventi e della corporate Identity di Enel. Dall’estate del 2007 è Responsabile della comunicazione Istituzionale e stakeholders all’interno della funzione Relazioni esterne del gruppo Enel.
  ◊
 Francesco Luccisano twitter: @FLuccisano
Presidente di RENA – Rete per l’Eccellenza Nazionale. Treviglio (BG), 1982. Collabora attualmente con il Ministro Bonino, ha lavorato per ENEL s.p.a., dove si occupa di relazioni esterne. In precedenza ha lavorato per Confindustria, seguendo in particolare le attività dei Giovani Imprenditori. Nel 2008-2009 è stato membro dell’Ufficio Sherpa G8 della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si è occupato del coordinamento dei dossier internazionali relativi ai circuiti G8 e G20, ed è stato responsabile per le questioni relative all’innovazione e alla protezione della proprietà intellettuale. In precedenza si è occupato dei negoziati internazionali sul commercio internazionale e sulla proprietà intellettuale per la Rappresentanza Italiana presso l’ONU e per la Delegazione della Commissione Europea.
  ◊

 Ivan Malavasi

Presidente nazionale CNA. Ivan Malavasi è nato a Correggio (RE) il 21-09-1948, dirige un’impresa di meccanica di precisione. Dal 1982 al 1994 è stato membro di Giunta della Camera di Commercio di Reggio Emilia. Dal 1986 al 1994 è stato Presidente della CNA Associazione Provinciale di Reggio Emilia. Nel 1990-1991 è stato componente la Presidenza Nazionale CNA. Dal 1987 al 1992 è stato Presidente del Centro Regionale di servizio per la sub-fornitura (RESFOR), Società srl di emanazione Ervet, CNA, Confartigianato, API. Dal marzo 1994 al marzo 1997 ha ricoperto la carica di Consigliere di Amministrazione della Cassa di Risparmio di Reggio Emilia. Ha inoltre ricoperto la carica di Consigliere per la Sezione speciale per l’artigianato del Centro Estero delle Camere di Commercio dell’Emilia Romagna. Dall’ottobre 1994 al settembre 1999 è stato Presidente Regionale di Assomeccanica-CNA e dal giugno 1997 al luglio 1999 Vicepresidente regionale CNA dell’Emilia Romagna. Dal luglio 1999 al novembre 2002 è stato Presidente della CNA Federazione Regionale dell’Emilia Romagna. E’ Presidente Nazionale della CNA dal 20 luglio 2002. Da maggio 2004 è componente il Consiglio di Amministrazione di Unipol Spa. Da agosto 2004 è Presidente dell’EPASA CNA. Da giugno 2008 a maggio 2011 è stato Presidente di Agart S.p.A. Da maggio 2011 è Vice Presidente di Agart S.p.A. Da luglio a dicembre 2011 è stato Presidente pro tempore di R.E TE. Imprese Italia.

  ◊
 Stefano Micelli twitter: @stefanomicelli
(Udine 1966) è dal 2003 professore associato di Economia e Gestione delle Imprese presso la Facoltà di Economia l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Dal 2000 al 2003 è stato professore associato di Economia e Gestione delle Imprese presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova. E’ dean di Venice International University e presso la stessa istituzione è direttore del centro di ricerca TeDIS (Technologies for Distributed Intelligence Systems). E’ inoltre presidente del COSES (Consorzio per la Ricerca e la Formazione) a Venezia. Autore del famosissimo saggio “ Futuro Artigiano”.
  ◊
 Alberto Piantoni twitter: @Missoni
Nato a Chiari, nel bresciano, il 6 aprile 1956, dopo alcune prime esperienze come analista presso Centro Studi Olivetti S.p.A. e la Databank S.p.A., nel 1986 entra quale direttore amministrazione e finanza nella Rondine Italia S.p.A., dove successivamente riveste la carica di direttore generale. Dal 2006 è membro del Comitato Scientifico del P.I.Q. (Prodotto Interno Qualità) di Symbola Fondazione per le Qualità Italiane. Alpinista per passione, interpreta ogni sfida personale e professionale come una vetta da raggiungere. In qualità di Amministratore Delegato del Gruppo Bialetti Industrie contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di eccellenza nei quali l’azienda crede. Ricopre la carica di AD di Richard Ginori Spa dal Marzo 2008 al Dicembre 2009. Attualmente è amministratore delegato della maison Missoni.
  ◊
 Carlo Ratti twitter: @crassociati
(Torino, 7 gennaio 1971) è un architetto e ingegnere italiano. È partner di uno studio con sede a Torino e insegna al Massachusetts Institute of Technology, dove dirige il MIT Senseable City Lab, da lui fondato nel 2004. La formazione di Ratti è avvenuta anche all’estero, ha conseguito la doppia laurea europea in Ingegneria presso il Politecnico di Torino e l’Ecole Nationale des Ponts et Chaussées di Parigi. Successivamente ha ottenuto un Master of Philosophy e un PhD in Architettura all’Università di Cambridge. Dal 2001 al 2002 è stato Fulbright Senior Scholaral MIT, lavorando con Hiroshi Ishii al MIT Media Lab. Nel 2002 Ratti ha aperto a Torino lo studio di design “carlorattiassociati – walter nicolino & carlo ratti”. Lo studio è stato considerato alla Biennale di Venezia del 2004 come uno dei migliori in Italia. Nel maggio 2007 ha presentato il progetto di un padiglione caratterizzato da pareti fatte di “acqua digitale” all’ingresso della Expo 2008 a Saragozza. Il loro Digital Water Pavilion, segnalato da TIME Magazine come una delle migliori invenzioni del 2007, è stato svelato all’apertura ufficiale dell’evento il 12 giugno 2008. Nel 2004 Ratti ha creato il MIT Senseable City Lab, un gruppo di ricerca che esplora le “real-time city” studiando il crescente sviluppo di sensori e di dispositivi elettronici portatili, insieme alle loro relazioni con l’ambiente. Nel febbraio del 2008 il SENSEable City Lab ha presentato un’installazione al MoMA di New York come parte della mostra Design and the Elastic Mind. Chiamata NYTE (“New York Talk Exchange”), il progetto illustra lo scambio globale di informazioni in tempo reale, visualizzando volumi di telefonate a lunga distanza e flusso di dati Internet fra New York ed altre città intorno al globo. Ratti ha firmato oltre 100 pubblicazioni accademiche. Una di queste, pubblicata sulla rivista Environment and Planning B nel 2004, ha stimolato un acceso dibattito di studiosi sui meriti della Space Syntax.
  ◊
 Ermete Realacci twitter: @erealacci
(Sora, 1 maggio 1955) è un ambientalista e politico italiano, presidente onorario di Legambiente e parlamentare del Partito Democratico. Dal 1987 al 2003, è stato presidente di Legambiente, divenendo uno dei maggiori esponenti dell’ambientalismo italiano. È stato presidente dell’AIES (Associazione Interparlamentare per il commercio Equo e Solidale) e tra i fondatori del Kyoto club, unione di varie istituzioni e imprese impegnate per la riduzione dei gas-serra. Con lo scopo di promuovere la soft-economy e di creare una lobby di realtà che rappresentino la qualità italiana, ha fondato Symbola – la Fondazione per le qualità italiane, di cui è Presidente.
  ◊
 Matteo Renzi twitter: @matteorenzi
(Firenze, 11 gennaio 1975) è un politico italiano, già Presidente della Provincia di Firenze dal 2004 al 2009, e sindaco di Firenze dal 2009. Autore di 2 libri Attualmente candidato a Segretario nazionale del Partito Democratico. Dal 2011 autore di 3 libri di successo: Fuori; Stil Novo. La rivoluzione della bellezza tra Dante e Twitter, e Oltre la rottamazione.
  ◊
 Massimo Russo twitter: @massimo_russo
(Venezia, 18 dicembre 1965) è un giornalista italiano, direttore dal giugno 2013 di Wired Italia, per cui cura anche il blog Cablogrammi. Si laurea in Economia all’Università di Venezia Ca’ Foscari nel 1989, per poi diplomarsi alla scuola di Giornalismo della Luiss a Roma. Diventa giornalista professionista al quotidiano la Nuova Venezia. Tra il 1992 e il 1993 è alla Italian Academy for Advanced Studies in America alla Columbia University di New York, con una borsa di studio per un progetto di ricerca su giornalismo ed elezioni presidenziali. In questo periodo scrive della campagna elettorale di George Bush e Bill Clinton. Rientrato in Italia, lavora per altri sei anni nei quotidiani locali del gruppo editoriale L’Espresso, tra i quali il mattino di Padova e il Tirreno. Nel 2000 si trasferisce a Roma per partecipare alla startup di Kataweb, internet company del Gruppo L’Espresso, all’interno di cui è stato caporedattore, responsabile dei progetti, vicedirettore e infine direttore. Dal 2009, con la fondazione della divisione digitale de L’Espresso, diventa direttore dello sviluppo prodotti e dei contenuti digitali. Ha collaborato con Affari & Finanza e ha curato dalla nascita all’aprile 2013 R7 di Repubblica, il primo settimanale italiano per iPad. Nel 2009 insieme con Vittorio Zambardino, pubblica Eretici Digitali . Per dieci anni ha insegnato all’università idi Urbino Carlo Bo. Insegna tuttora all’Istituto per la formazione al giornalismo di Urbino.
  ◊
 Oliviero Toscani
Figlio del primo fotoreporter del Corriere della Sera, è nato a Milano nel 1942 e ha studiato fotografia all’Università delle Belle Arti di Zurigo. Dal 1982 al 2000, ha creato l’immagine, l’identità, la strategia di comunicazione e la presenza online di United Colors of Benetton, trasformandolo in uno dei marchi più conosciuti al mondo. Nel 1990 ha ideato e diretto Colors, il primo giornale globale al mondo, e nel 1993 ha concepito e diretto “Fabrica”, centro di ricerca di creatività nella comunicazione moderna. Conosciuto internazionalmente come la forza creativa dietro i più famosi giornali e marchi del mondo, creatore di immagini corporate e campagne pubblicitarie attraverso gli anni per Esprit, Chanel, Robe di Kappa, Fiorucci, Prenatal, Jesus, Inter, Snai, Toyota, UNIC, Ministero del Lavoro, Artemide, Woolworth e altri. Come fotografo di moda ha collaborato e collabora tuttora per giornali come Elle, Vogue, GQ, Harper’s Bazaar, Esquire, Stern, Liberation e molti altri nelle edizioni di tutto il mondo. Dal 1999 al 2000 è stato direttore creativo di “Talk Miramax” a New York. Nel giugno 2010 inaugura, in collaborazione con il Professor Salvatore Settis e il FAI, “Nuovo Paesaggio Italiano”, progetto contro il degrado dell’Italia. Il lavoro di Toscani è stato esposto alla Biennale di Venezia, a San Paolo del Brasile, alla Triennale di Milano e nei musei d’arte moderna e contemporanea di tutto il mondo. Dal 2007 ha iniziato “Razza Umana”, progetto di fotografia e video sulle diverse morfologie e condizioni umane, per rappresentare tutte le espressioni, le caratteristiche fisiche, somatiche, sociali e culturali dell’umanità, toccando più di 100 comuni italiani, lo Stato di Israele, la Palestina e, per le Nazioni Unite, il Guatemala.