Alberto Onetti @aonetti
Presidente Mind the Bridge Foundation
Coordinatore Startup Europe Partnership
Professore presso l’Università degli Studi dell’Insubria

Proiettato nel futuro, diviso fra Europa e Stati Uniti, lavora per creare un ponte fra la Silicon Valley e le startup europee. Gli strumenti sono la Mind the Bridge Foundation e Startup Europe Partnership, l’iniziativa che la Commissione Europea gli ha affidato per sostenere la creazione di startup di successo. Presidente di Mind the Bridge Foundation, fondazione della Silicon Valley che promuove l’impenditorialità in Europa e nel mondo. Dal 2013 è stato scelto dalla Commissione Europea per guidare Startup Europe Partnership (SEP), programma volto a sostenere lo sviluppo delle migliori Professore presso l’Università degli Studi dell’Insubria di Varese e serial entrepreneur, ha contribuito ad avviare e fare crescere diverse aziende (tra queste c’è Funambol, società californiana leader al mondo nel campo del mobile personal cloud). Onetti scrive sul Corriere.it, ove coordina il blog Silicon Valley, e sul Corriere Innovazione.



Armando Prunecchi
Nato il 19.10.1959 in Provincia di Firenze, dal 2010 é Direttore della Divisione Organizzazione e Sviluppo del Sistema di Cna Nazionale. Dopo alcune iniziali esperienze nel settore privato, matura una robusta esperienza manageriale e gestionale nei modelli organizzativi di aziende complesse, per filiali e collaboratori, oltre che in organizzazione e valorizzazione HR, di società di servizi e consulenza alle imprese, successivamente anche in società di produzione software. Responsabile settore Tributario di Cna Firenze fino al 1989. Responsabile organizzativo e amministrativo di società misto PA e privati di stoccaggio gestione trattamento rifiuti speciali e tossico e nocivi. In seguito, fino al 1992, Direttore di Cna Informatica e Servizi di Firenze. Dal 1994 Direttore del Centro Regionale Toscano per Servizi e Informatica, che ha dato origine con le società di Cna Emilia Romagna e Cna Marche alla start up di Sixtema Spa. É socio fondatore di Associazione Italiana Cultura e Qualità ToscoLigure per la divulgazione dei sistemi qualità Iso e socio fondatore della Commissione Etica Regione Toscana per la valorizzazione della SA8000. Prima dell’attuale esperienza in Cna Nazionale é stato per sette anni Direttore Regionale della Cna Toscana. Per dieci anni Presidente del Cda di Interpreta oggi acquisita da Sixtema Spa di cui é Presidente del Cda. Attualmente é anche Amministratore Delegato del CAFCna srl.



Andrea Di Benedetto
Nato a Salerno, 42 anni, ha studiato e vive a Pisa. Imprenditore, ha fondato tre aziende. Nel 2001 3logic, start-up tecnologica che si occupa di gestione e distribuzione di immagini digitali system integration, internet of things. Oggi lavora per le principali aziende italiane dell’automotive, della moda e delle telecomunicazioni. Ne è tuttora l’amministratore delegato. Nel 2009 nasce Tunia, azienda vitivinicola biologica che concilia scelte produttive totalmente sostenibili con un monitoraggio hi-tech della vinificazione e del ciclo distributivo.
Nel 2012 lancia a Trento, nella semantic valley, SpazioDati: prima azienda incubata da TrentoRise, è la principale start-up tecnologica italiana a occuparsi di opendata e open services. Nel 2014 è stata oggetto del più importante round di investimenti nel mondo big data italiano da parte di CERVED. Ha da sempre grande interesse nelle politiche dell’innovazione e nell’organizzazione e lo sviluppo delle piccole imprese: è dal 2013 vicepresidente nazionale di CNA (Confederazione nazionale dell’artigianato, associazione di categoria con circa 350.000 associati tra artigiani e PMI) con delega ad innovazione e digitale, dopo essere stato il presidente nazionale dei Giovani Imprenditori, contribuendo alla riflessione sul ruolo delle associazioni datoriali e al rinnovamento dell’associazione, puntando sui nuovi artigiani tecnologici e globali. È ora al lavoro su CNA Digitale per favorire l’ibridazione col digitale della manifattura italiana, la costruzione di processi di prototipazione rapida e di trasferimento tecnologico, la promozione di luoghi fisici per l’innovazione (fablab, incubatori, acceleratori). È presidente del Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa), il luogo di accelerazione delle startup digitali che ospita il maggior numero di imprese ICT in Italia: si sta occupando di trasferimento tecnologico basato sull’openinnovation. È un convinto sostenitore dell’apertura e della trasparenza (opendata, open access) come driver fondamentali per lo sviluppo della conoscenza, del merito e della legalità. Dal 2011 presiede LinkedOpenData Italia, associazione promossa da imprese del settore per la diffusione in Italia del web semantico e della liberazione dei dati.



Chiara Spinelli @ChiaraPeggy
Comunicatrice per il settore pubblicitario e per la pubblica amministrazione, è stata tra i pionieri del crowdfunding in Italia, dando vita a una delle prime piattaforme italiane nel 2011.
Oggi racconta felicemente storie per Registro.it (l’anagrafe dei domini presso il CNR), seguendo progetti dedicati alle startup ICT e al marketing della rete, e continua la sua attività di evangelist e consulente per progetti di crowdfunding in tutta Italia.



Ernesto Belisario @diritto2punto0
Avvocato, si è specializzato con lode in Diritto Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione.
Assiste imprese e pubbliche amministrazioni in questioni relative al diritto delle tecnologie (digitalizzazione e dematerializzazione, open government, open data, privacy, startup) e del diritto amministrativo (appalti, edilizia, urbanistica, responsabilità erariale e pubblico impiego) in ambito stragiudiziale e giudiziale. Autore di numerose pubblicazioni nelle materie di attività. Dal 2006, ha un blog sul diritto delle nuove tecnologie “Diritto 2.0” e collabora stabilmente con le testate “CheFuturo”, “Agendadigitale.eu”, “Wired.it”, “IlFattoQuotidiano.it”.
Docente in numerosi corsi e Master sui temi dei profili giuridici dell’innovazione e della digitalizzazione (tra i quali si segnalano: Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno, Scuola della Pubblica Amministrazione di Regione Umbria, Università della Basilicata, Università La Sapienza, Università Cattolica e del Sacro Cuore, Università del Salento). Partecipa come relatore a numerosi convegni nazionali e internazionali sulle materie di attività.
Già Presidente del Circolo dei Giuristi Telematici e dell’Associazione italiana per l’Open Government, è Direttore dell’Osservatorio sull’Open Government, Segretario Generale dell’Istituto per le politiche dell’innovazione e responsabile legale dell’Associazione Agorà Digitale.
È stato nominato dal Presidente dell’ISTAT componente della Commissione degli Utenti dell’Informazione Statistica ed è membro del tavolo di lavoro sulla trasparenza comunicativa insediato presso il Dipartimento della Funzione Pubblica. È altresì componente del Gruppo di esperti costituito dalla Regione Veneto per l’Agenda digitale regionale e membro della task force per l’Agenda Digitale della Regione Basilicata.



Francesco Bombardi @francescobomba
Classe ’72, romagnolo di nascita, reggiano d’adozione, laurea in Architettura al Politecnico di Milano dopo gli studi all’Escuela Tecnica Superior de Arquitectura di Barcellona.
Dopo un’esperienza a Parigi nello Studio Mario Cucinella Architects e a Bologna da StudioIosa Ghini, nel 2001 apre BBStudio Architettura e Design a Reggio Emilia. Seguendo un percorso attraverso gli ambiti di Smart City e Smart Communities, finalizza una personale ricerca su progetto-produzione-innovazione sociale con la fondazione nel 2012 di Fab Lab Reggio Emilia, powered by Reggio Emilia Innovazione, prima all’interno dello Spazio Gerra poi ai Musei Civici. Nel 2013 tra i soci fondatori dell’associazione Make in Italy. Nel 2014 coordinatore del gruppo Mak-ER, rete di Fab Lab Emiliano Romagnoli con il supporto di Aster. Dal 2012 tiene il corso di Design industriale al dipartimento di Ingegneria Meccatronica e Gestionale dell’Università di Modena-Reggio.



Giampaolo Colletti
Trentacinquenne pescarese di nascita e bolognese di adozione, è uno storyteller digitale.
Giornalista pubblicista, ha lavorato in aziende d’eccellenza – da Vodafone a Technogym -occupandosi di comunicazione digitale. Nel 2007 ha co-fondato l’osservatorio sull’enterprise generated content dell’Università Bocconi. Nel 2010 ha fondato la community wwworkers.it, la prima piattaforma che aggrega i lavoratori italiani della rete, nata a seguito del libro ‘Wwworkers’, edito da Gruppo24Ore. Per Rai.tv ha scritto e condotto ‘Penelope’, il primo format per la social tv Rai. Attualmente scrive per Nòva24 del Sole24Ore, Repubblica, Millionaire, Che Futuro, Metro. Cura un blog sul Sole24Ore e sul Fatto Quotidiano. Per Gruppo24Ore ha scritto ‘TV fai-da-web’ (2010), ‘Wwworkers: i nuovi lavoratori della rete’ (2011), ‘Vendere con le community’ (2012), ‘Social TV’ (con Andrea Materia, 2012). Da giugno 2013 è Presidente Giovani Imprenditori CNA Bologna.



Ivana Pais @ivanapais
Dal 2005 ricercatrice in Sociologia dei processi economici e del lavoro. Insegna Sociologia economica nella facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano.
Studia le reti sociali e le comunità professionali digitali. Ha scritto: Crowdfunding. La via collaborativa all’imprenditorialità (con P. Peretti e C. Spinelli), Egea 2014 e La rete che lavora, Egea 2012. Scrive per La Nuvola del lavoro del corriere.it.



Martina Pennisi @martinapennisi
Classe 1983, milanese, Martina Pennisi è una giornalista professionista esperta di innovazione, tecnologia e politica ed economia digitale. Collaboratrice del Corriere della Sera dal 2011, scrive anche per Wired Italia e coordina SmartMoney, testata dedicata all’evoluzione dei sistemi di pagamento e al futuro dei soldi.



Stefania Milo @stefymilo @cnanext
Presidente nazionale CNA Giovani imprenditori
Imprenditrice di prima generazione da 10 anni, laureata in Scienze Politiche indirizzo socio-comunicativo, ha un’agenzia di comunicazione che si occupa di grafica cartacea e web (siti e web marketing), socia da 5 anni di una casa editrice e libreria specializzata in liuteria (strumenti ad arco). Presidente dei giovani imprenditori di CNA (imprese under 40) da novembre 2013, associazione di categoria che rappresenta gli artigiani e i piccoli imprenditori. La passione per i temi delle imprese l’accompagna in tutto il suo percorso professionale, fin dagli esordi e sempre impegnata nella vita associativa che le ha consentito di maturare una buona conoscenza del mondo della micro-impresa italiana, grazie anche all’esperienza maturata prima come vicepresidente provinciale CNA Cremona, poi presidente dei giovani imprenditori CNA Lombardia e attualmente come presidente nazionale. Scrive, in qualità di presidente giovani imprenditori per Chefuturo. Come giovani imprenditori, l’attività principale svolta è stata legata ai temi del digitale, l’artigiano digitale inteso non come professionista del web, ma il web come strumento a supporto dello sviluppo dell’artigianalità italiana e della piccola impresa. Della passione per il digitale ne ho fatto diventare anche ambito professionale.



Stefano Epifani @stefanoepifani
E’ titolare della cattedra di Social Media Management, Università di Roma e della cattedra di Produzioni Multimediali all’Università di Urbino Carlo Bo. È Direttore del portale TechEconomy.it, dedicato all’impatto delle tecnologie al business ed alla comunicazione.
È consulente di numerose organizzazioni pubbliche e private (tra le quali Anci, Ancitel, Formez, DigitPA, Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, Regione Lombardia, Regione Marche, Regione Lazio, ForumPA, Telecom Italia, Poste Italiane, IBM, Microsoft).
Collabora con organismi di ricerca nazionali (Enea, CNR) ed internazionali (Fraunhofer Institute in Germania, Eafit in Colombia). Fa parte di diversi tavoli istituzionali dedicati all’introduzione di sistemi e strumenti di Information & Communication Technology nella Pubblica Amministrazione ed è tra gli estensori dei Vademecum pubblicati da DigitPA per supportare le Amministrazione Pubbliche nell’adozione di modelli e processi operativi orientati al Digitale (Open Government, Comunicazione on-line, Social networking).
È autore di diversi testi, tra i quali: Manuale di comunicazione politica on-line (Istituto di Studi Politici San Pio V, 2011); Decidere l’Innovazione (Sperling & Kupfer, 2006); Learning Community: modelli collaborativi di gestione della conoscenza (Franco Angeli, 2004); Business Community: gestire il capitale intellettuale nell’economia della conoscenza (Franco Angeli, 2003); Internet per chi scrive (Gruppo Editoriale Jackson, 1996).



Stefano Micelli
E’ professore di Economia e Gestione delle imprese presso il dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia dove coordina il corso di laurea magistrale di International Management. Dal 2005 al 2012 è stato Dean della Venice International University, consorzio composto da dodici università internazionali fondato da Ca’ Foscari e IUAV. Attualmente è direttore scientifico della Fondazione Nord Est. E’ membro del comitato scientifico di Rete Imprese Italia e delle riviste L’Industria e Economia e società regionale. Ha svolto attività di consulenza presso diverse amministrazioni centrali e locali.
Fra le sue pubblicazioni, “Futuro Artigiano”, pubblicato da Marsilio editori, ha ottenuto il Compasso d’Oro 2014.



Vincenzo Masciopinto
55 anni, già Direttore Rete Retail di BNL Gruppo BNP Paribas, dal 2012, è Direttore Generale di Artigiancassa. La ultra trentennale esperienza nel mondo bancario, dove ha ricoperto diversi e numerosi ruoli per la rete commerciale, gli ha consentito di accumulare una lunga esperienza sul territorio e una profonda conoscenza del mondo delle imprese.



Walter Passerini
Esperto di formazione e lavoro, è editorialista de La Stampa dove cura le pagine di lavoro, ha ideato e diretto gli inserti dedicati al lavoro e alla formazione dei principali quotidiani italiani (Corriere lavoro, Corriere della Sera, Job 24, Sole 24 ore, Io lavoro, Italia Oggi, Tuttolavoro, La Stampa). Ha scritto numerosi libri sui temi del lavoro e dell’impresa. Attualmente docente a contratto presso la scuola di giornalismo “Walter Tobagi” dell’Università degli Studi di Milano.